Seleziona una pagina

Vendita foraggi ventilati per bovini

I foraggi sono alimenti destinati al bestiame, ricavati da piante fresche appena falciate o dopo conservazione. La pianta da foraggio può essere utilizzata a stadi di maturazione diversi, ma quando la conservazione dei foraggi avviene per essiccazione naturale o forzata si parla di fieno. I foraggi sono ampiamente impiegati nei sistemi zootecnici intensivi, considerato che gli animali liberi nei pascoli si cibano autonomamente di foraggi freschi.

La Orziservice, che opera nel settore del commercio all’ingrosso di foraggi e mangimi biologici per bovini e suini, oltre che della vendita, si occupa anche dello stoccaggio, del trasporto e della consegna, presso le aziende degli allevatori che ne fanno richiesta, di foraggi ventilati.

Per avere maggiori informazioni oppure per conoscere il nostro listino prezzi, non esitare a contattarci!

I sistemi di conservazione del foraggio

I foraggi possono essere dati al bestiame freschi oppure conservati. È possibile, però, distinguere tre tecniche di conservazione:

  • disidratazione: dopo la pre-essiccazione sul campo, si immette il foraggio in un apposito impianto di disidratazione, dove si blocca la fermentazione del prodotto;
  • fienagione: i foraggi vengono essiccati all’aria e al sole, pressati e poi conservati sotto forma di balle;
  • insilamento: la conservazione avviene in silos, cove l’erba medica subisce una serie di processi di fermentazione.

Per la produzione di foraggio vengono utilizzate diverse specie vegetali, definite piante foraggene, e la tecnica di essiccazione e conservazione da attuare dipende anche dalle caratteristiche qualitative dei foraggi.

La qualità del foraggio

L’erba medica è il foraggio più importante nella nutrizione di bovini e ruminanti in genere, rappresentando una preziosa fonte di nutrienti naturali.

Diversi fattori determinano un buon sviluppo dell’erba medica: la scelta del terreno in relazione alla varietà da impiegare, la concimazione, la semina e le varie tecniche colturali.

A determinare la qualità del foraggio il taglio ha un grosso peso: deve essere eseguito nella fase che va dalla comparsa dei primi bottoni fiorali alla fioritura. Qualora il taglio venisse eseguito nella fase vegetativa verrebbe compromesso l’accumulo nella radice delle riserve necessarie per il seguente ricaccio.

La società Orziservice si propone per la fornitura di foraggi ventilati dal livello di qualità garantito.